mitragliatrice Kelly e i suoi anni perduti in poi Alcatraz

Da Guest Blogger Michael Esslinger

Queste cinque parole sembrano scritte in fiamme sulle pareti della mia cella: "Nulla può valere questo".

Quando il penitenziario federale degli Stati Uniti d'America ha aperto il Alcatraz Island nell'agosto del 1934, doveva diventare il simbolo della guerra dell'America contro la criminalità organizzata. Alcatraz è stato progettato per portare via ai re criminali americani, privarli della loro fama e notorietà pubblica, per poi rinchiuderli in uno stato di isolamento così feroce da farli dimenticare per decenni.

Alla fine degli anni '30, il procuratore generale Homer S. Cummings ha commentato, durante un'intervista con Collier's Magazine, che George "Machine Gun" Kelly e i suoi collaboratori avevano contribuito a trasformare il Alcatrazconcetto in realtà.

George "mitragliatrice" Kelly

Uomini come Machine Gun Kelly e Al Capone hanno spesso dominato i titoli dei giornali più importanti d'America. Alcatraz era quello di servire come soluzione del governo per fermare la criminalità organizzata e mettere a tacere gli zar che sorridevano alle telecamere in spregio alla legge.

L'intervista del Collier ha portato a mettere a fuoco il dilemma del governo che avevamo bisogno di un luogo dove i "prodotti finali" del nostro sistema di applicazione della legge potrebbero essere incarcerati. Avevamo bisogno di un luogo per geniali "artisti di fuga" e per coloro che sono intrattabili, rompono la disciplina o cercano di mantenere il contatto con il mondo sotterraneo. Nell'estate del 1933, la legge sui sequestri di persona promulgata l'anno prima, stava portando nei tribunali federali un tipo di reato particolarmente pericoloso. Se condannato, era destinato a scontare una condanna a vita.

Questo è il caso di George Kelly o "mitragliatrice" Kelly, come è meglio conosciuto nella maggior parte delle famiglie. Su Alcatraz è conosciuto solo come "Prigioniero #117". Alcatraz è stato concepito per proteggere il pubblico da criminali come Kelly e da coloro che hanno scelto di emulare lui. Uomini come George Kelly e Al Capone sono criminali di classe speciale che mettono il pubblico in generale in un grave stato di rischio.

Questi criminali sembrano uomini d'affari e star del cinema. Sono vestiti a festa, carismatici e i loro sorrisi risplendono nei bagliori accecanti di luce dei fotografi del telegiornale, ma dietro quei sorrisi e quei costosi completi c'è la peggiore razza di uomini. Kelly, sua moglie e altri complici hanno rapito Charles F. Urschel, uno degli uomini più ricchi dell'Oklahoma, e lo hanno trattenuto per un riscatto di 200.000 dollari. La vita di Urschel era a rischio e se non fosse stato per l'ottimo lavoro di J. Edgar Hoover e del suo ufficio, Kelly potrebbe invece aver affrontato l'accusa di omicidio.

George e Kathryn durante l'udienza di condanna nel 1933.

In prigione, Kelly e i suoi uomini hanno continuato ad ottenere favori anche con alcune delle forze dell'ordine. Harvey J. Bailey, uno stretto collaboratore di Kelly, anch'egli noto criminale e uomo armato, fuggì dal penitenziario di Stato del Kansas a Lansing, nel Kansas, il 30 maggio 1933. Stava scontando una condanna da 10 a 50 anni con l'accusa di aver rapinato una banca a Fort Scott, nel Kansas. Era anche ricercato in relazione all'omicidio di tre agenti di polizia, un agente speciale dell'FBI e il loro prigioniero, Frank Nash a Kansas City il 17 giugno 1933.

In carcere, Bailey ha corrotto il vice Thomas L. Manion al carcere della contea di Dallas, che ha messo i soldi prima del servizio e ha contrabbandato una pistola e lame di seghetto nella prigione. Bailey è fuggito da una cella al decimo piano ed è stato successivamente catturato. Questo stesso atto ha portato alla luce che Alcatrazsarebbe l'arresto di ferro alla corruzione e che avrebbe bloccato definitivamente la classe di criminali più dura e corrotti. Allo stesso modo, impiegherebbe solo gli ufficiali più esperti, collaudati e collaudati....uomini che avevano un solido track record per tenere una linea dura.

Mitragliatrice Kelly Alcatraz
credito fotografico: https://www.legendsofamerica.com/machine-gun-kelly/2/

Gli esterni di questi uomini erano ingannevoli, e nel caso di Kelly, è stato anche vero con sua moglie. Katheryn Kelly che aveva una bella facciata ma era anche una criminale adatta. Katheryn era stata sposata quattro volte tra il quattordicesimo e il ventiseiesimo compleanno. Alla fine degli anni '20, gestiva con sua madre un albergo ombreggiato a Fort Worth, in Texas, e si credeva che fosse qui che si associasse ai criminali. Sia lei che sua madre avevano ricevuto condanne a vita per il loro ruolo nel caso del rapimento di Urschel.

Forse nessuna prigione dovrebbe mai essere soprannominata "a prova di fuga", ma Alcatraz era il piu' vicino possibile. E' incredibile che non ci siano stati altri tentativi di fuga. La risposta risiedeva nella rigida disciplina dell'isola, nella costante vigilanza delle guardie e nel modo accorto con cui il guardiano amministrava ogni fase dell'istituzione. Ogni guardia era qualificata come tiratore scelto o come uomo esperto di pistole. Alcatraz era un posto sicuro per uomini disperati.

George Kelly arrivò in uno dei primi e più grandi gruppi di prigionieri trasferiti in un altro paese. Alcatraz. Arrivarono da Leavenworth per ferrovia e arrivarono il 4 settembre 1934 con un totale di 106 detenuti. Kelly aveva trentanove anni quando è arrivato a casa sua. Alcatraz e sarebbe stato soggetto alle condizioni più dure che il Federal Bureau of Prisons doveva servire. Era l'epoca della regola del silenzio e considerati gli anni più duri della storia del carcere. I suoi complici criminali complici del sequestro di Urschel, Harvey Bailey e Albert Bates, sarebbero stati al fianco di Kelly. Hanno mantenuto una stretta amicizia durante i loro anni sulla Rock.

Willie Radkay, che stava scontando una condanna a 20 anni di reclusione per rapina in banca, ha sviluppato una stretta relazione con Kelly durante gli anni '40 del secolo scorso. Radkay, che ha fatto cella accanto a Kelly sul corridoio principale conosciuto come Broadway, ha descritto Kelly come "un uomo profondamente riflessivo e intelligente che è stato ben voluto dalla maggior parte della popolazione". Kelly amava leggere i classici e i libri sul vecchio West. Aveva la reputazione di vantarsi incessantemente delle sue prime fughe criminali.

La Alcatrazfoto segnaletica di Willie Radkay
La Alcatrazfoto segnaletica di Willie Radkay

Dale Stamphill, un prigioniero coinvolto nella fuga fallita con Arthur "Doc" Barker nel 1939, sentiva Kelly era fuori posto in prigione. "Raccontava storie di pesci grossi. I detenuti lo chiamavano 'Pop Gun Kelly' dopo le pistole di sughero che erano popolari tra i bambini. Kelly se la rideva, ma i ragazzi non l'hanno preso sul serio e credo che questo l'abbia colpito. Abbiamo parlato molto quando lavoravo in sartoria. Il suo partner rap Bates è morto di infarto proprio nello stesso periodo, mentre il Alcatraz. L'ha presa bene. "Cominci a vedere la realta' di un futuro desolante."

Willie Radkay ha commentato che alcuni detenuti hanno trovato le grandi storie di Kelly irritante, ma lui, d'altra parte, ha apprezzato la buona compagnia e le lunghe conversazioni. "Era un buon amico con cui passare il tempo."

Willie Radkay e l'ex agente di custodia Frank Heaney in visita Alcatraznel 2004.
Willie Radkay e l'ex agente di custodia Frank Heaney in visita Alcatraznel 2004.

La tensione della vita in prigione e del duro regime è stata dura per Kelly. Le sue lettere mostravano spesso disperazione e disperazione e disperazione. Nel febbraio del 1936, Kelly scrisse il procuratore generale Homer Cummings offrendogli l'idea di essere lasciato cadere al Polo Sud per condurre studi meteorologici. Sentiva che avrebbe dato il suo scopo di vita e fornito l'opportunità di contribuire alla società. Kelly ha scritto in parte:

"La mia idea è che un posto che non è mai stato studiato a fondo, sarebbe troppo solitario e desolato perché un uomo libero si preoccupi di rimanervi per più di qualche mese, anche se avesse compagnia. Potrei essere portato via da qui (Alcatraz) segretamente, posto su una barca nella baia e trasportato con le forniture di cui avrei avuto bisogno. Questo potrebbe essere gestito in modo tale che l'equipaggio non deve mai sapere chi sono stato o anche che sono stato prigioniero di Alcatraz. Si potrebbe fare in modo che una barca si fermi ogni anno o due, lasci i rifornimenti e si riprenda i dati che avevo accumulato. Con questo metodo farei un lavoro utile, scontando la mia condanna e, credo che quando avrei avuto diritto alla libertà sulla parola, mi sarebbe stata mostrata una certa considerazione".

Cummings considerava una manovra da quattro soldi per orchestrare una fuga e rifiutava la sua offerta.

Poi, nell'aprile del 1940, Kelly scrisse alla sua vittima per scusarsi ed esprimere il suo stato di disperazione per le dure condizioni.....ecco cosa aveva da dire:

"Nessuno può sapere come ci si sente a soffrire di quella sorta di atrofia intellettuale e di scorbuto mentale pernicioso che viene dalla lunga privazione di tutte le cose che rendono la vita reale perché anche l'analogia della sete non può darti un'idea di cosa significhi essere torturati dall'assenza di tutto ciò che rende la vita degna di essere vissuta".

"Forse ti sei chiesto come può un uomo di intelligenza anche ordinaria sopportare questo tipo di vita, giorno dopo giorno, giorno dopo giorno, settimana dopo settimana, mese dopo mese, anno dopo anno. Per dirla in parole povere, com'è questa mia vita, potreste chiedervi e da dove traggo il coraggio sufficiente per sopportarla. Per cominciare, queste cinque parole sembrano scritte in fiamme sulle pareti della mia cella: 'Niente può valere questo'".

Le lettere di Kelly a Katheryn erano altrettanto tristi. Hanno parlato del loro amore per l'altro, a volte con la speranza di poter vivere insieme le loro vite successive in silenzio e altre volte arrendendosi alla realtà di non rivedersi mai più. Kelly ha anche inviato numerose lettere ai funzionari del carcere chiedendo l'elemosina per un trasferimento o condizioni miglioriAlcatraz, a volte commentando come portavoce dei detenuti.

Ha scritto a diversi funzionari governativi nel corso di un decennio. In una lettera ha scritto sulle condizioni: "Indipendentemente da ciò di cui avete sentito parlare. Alcatrazè ben lungi dall'essere un luogo piacevole in cui passare il tempo. Il clima è omicida e io, personalmente, personalmente, ho sofferto per anni di problemi cronici al seno. Le strutture ricreative sono praticamente nulle. Mi rendo conto che è il modo in cui il dipartimento lo vuole, ma a me sembra che ci sia una discriminazione eccezionalmente ampia mostrata tra gli uomini di Alcatraz e gli uomini delle altre istituzioni federali. Vorrei essere dove poter leggere un giornale e ascoltare la radio per un cambiamento dopo dieci anni qui".

Willie Radkay e George Kelly seduti nel AlcatrazRecreation Yard a guardare i prigionieri giocare il gioco di carte Bridge (detenuti utilizzati dominos al posto delle carte).
Willie Radkay e George Kelly seduti nel AlcatrazRecreation Yard a guardare i prigionieri giocare il gioco di carte Bridge (detenuti utilizzati dominos al posto delle carte).

Come molti Alcatraz Kelly è diventato fanatico di giocare a bridge nei fine settimana in cortile. Anche nelle condizioni più fredde, Kelly viveva per sedersi nel cortile e giocare a bridge. Durante la settimana, Kelly ha lavorato come impiegato nelle industrie e Radkay ha commentato che amava leggere le storie del vecchio west. Oltre a partecipare a due scioperi di lavoro negli ultimi anni '30, ha servito il suo tempo tranquillamente e ha fatto solo occasionalmente lamentele sulle condizioni e la speranza di un trasferimento. In tutto, George "mitragliatrice" Kelly avrebbe servito quasi diciassette lunghi anni dopo la sua morte. Alcatraz. Fu infine trasferito al penitenziario federale di Leavenworth, nel Kansas, arrivando il 1° giugno 1951. Ai detenuti è stato permesso di ascoltare la radio e hanno goduto di più libertà che non il Alcatraz.

A Leavenworth, Kelly si lamentava del fatto che i ragazzi lo seguivano nel cortile, volendo incontrarlo e sentire storie e questo lo toglieva dai suoi stessi interessi. Radkay, che si trasferì a Leavenworth nell'agosto del 1952, si ricordò in seguito che un gruppo di persone che si sono trasferite a Leavenworth nell'agosto del 1952. Alcatraz e c'erano anche diversi vecchi ufficiali dell'isola che vi lavoravano: "Ha reso la vita più facile per tutti e George, io e Frankie Delmar, che abbiamo lavorato insieme su Alcatrazsi sono riuniti di nuovo insieme a Leavenworth." I tre sono rimasti amici intimi di cui si parlava sempre Alcatraz.

Frankie Delmar
Frankie Delmar

Radkay continua: "Madigan [Alcatraz Warden] una volta è venuto a trovarci e ci siamo incontrati tutti da soli nella sala da pranzo e ci siamo fatti coinvolgere in quello che tutti stavano facendo sull'isola. Abbiamo perso un buon amico quando George è morto, e non molto tempo dopo, anche Frankie è morto lì. Era un periodo di solitudine per me. Sia Frankie che George erano i miei migliori amici. Le passeggiate nel cortile non sono mai state le stesse dopo la loro morte. Frankie non aveva famiglia ed è stato dimenticato. Mi ha sempre abbattuto lo spirito ogni volta che camminavo nel cortile da solo pensando a lui e a George.".

La cartella clinica di Kelly ha dimostrato che aveva sofferto di pressione alta risalendo alla metà degli anni '40 e ha iniziato a sperimentare sintomi moderati di dolore toracico durante la permanenza a Leavenworth. Nella prima sera del 16 luglio 1954, Kelly fu ricoverata all'ospedale carcerario lamentando dolore toracico moderato e mancanza di respiro. In un primo momento, il dolore è stato alleviato, ma poi poco dopo la mezzanotte, al suo 59° compleanno, George Kelly è morto per un attacco di cuore.

La morte di Kelly è stata la triste fine di una vita criminale meno che glamour e ha scontato più di venti duri anni di prigione. Non ha mai più vissuto per vedere Katheryn e non è mai stato in grado di vedere le libertà che aveva sognato per così tanti anni. La moglie di Kelly è stata rilasciata dal carcere nel 1958 e si è reintegrata tranquillamente nella società stabilendosi a Oklahoma City fino alla sua morte nel 1985 all'età di 81 anni.

George Kelly Kathryn Kelly Kelly Harvey Bailey Bailey Albert Bates
George Kelly. (TR): Kathryn Kelly (BL): Harvey Bailey (BR): Albert Bates

Chi conosceva Kelly, compresi gli ufficiali, ha sempre avuto un piacevole ricordo di lui. Era un bravo impiegato e tutti pensavano che avrebbe dovuto essere un presidente di banca invece che un rapinatore e rapitore. Oggi, è possibile visitare i luoghi dell'edificio delle industrie dove Kelly ha lavorato e percorrere lo stesso tratto di Broadway dove ha vissuto per quasi due decenni. Puoi anche immaginare di fissare il muro e "sentire" quelle parole scritte nel fuoco: "Nulla può valere questo.....".