Alcatrazi contributi alla guerra civile

Fin dall'inizio della guerra civile, il governo degli Stati Uniti ha considerato Fort Alcatraz di essere una delle più forti e formidabili fortificazioni militari di tutto il paese. Quando sono venute alla luce le voci che i simpatizzanti del Sud stavano complottando per separare San Francisco e le sue ricchezze dall'Unione, Fort AlcatrazLa posizione della difesa costiera è diventata ancora più significativa. Una serie di eventi a Fort Alcatraz ha illustrato sia alcuni aspetti ammirevoli della guerra sia alcuni aspetti agghiaccianti. Durante la guerra civile, la nuova divisione del paese ha messo il fratello contro il fratello, trasformando ex amici e alleati in nemici. Forte Alcatraz è diventato uno sfondo politico, a dimostrazione di come la guerra e le voci mettono in discussione la fedeltà militare di alcune persone.

Secondo il colonnello Albert Sidney Johnston, comandante del Dipartimento del Pacifico dell'Esercito degli Stati Uniti, "ho sentito parlare in modo insensato di un tentativo di impadronirsi delle roccaforti del governo sotto la mia responsabilità. Sapendo questo, mi sono preparato alle emergenze, e difenderò la proprietà degli Stati Uniti con ogni risorsa al mio comando e con l'ultima goccia di sangue in corpo".

Il ruolo del colonnello Albert Sidney Johnston durante la guerra civile racconta una storia avvincente sul dovere e la lealtà durante la guerra. Johnston, nato in Kentucky e cresciuto in Texas, ha servito in tre diversi eserciti: l'Esercito del Texas, l'Esercito degli Stati Uniti e l'Esercito degli Stati Confederati. Jefferson Davis, il Presidente degli Stati Confederati, considerava Johnston il miglior ufficiale militare degli Stati Uniti. Nel gennaio del 1861, mentre era ancora membro dell'Union Army, Johnston fu premiato con la nomina a Comandante del Dipartimento del Pacifico in California; una delle sue numerose responsabilità comprendeva la protezione di Fort Alcatraz.

Nonostante la grande esperienza militare e le capacità di leadership di Johnston, le sue radici meridionali e la sua associazione con Jefferson Davis hanno minato la fiducia del pubblico nel suo impegno per la difesa Golden Gateda un potenziale attacco meridionale. Molti cittadini di San Francisco che hanno messo in dubbio la sua lealtà hanno diffuso la voce che i confederati locali si erano rivolti a lui per chiedere il suo aiuto nell'attacco alla città.

Tuttavia, mentre il colonnello Johnston ha servito l'esercito dell'Unione, ha svolto fedelmente il suo dovere di calmare la minaccia di guerra a livello locale e di proteggere San Francisco. Temendo un attacco all'Arsenale di Benicia, ordinò il trasferimento di fucili e munizioni in Alcatrazcustodia. Johnston ordinò anche l'accelerazione della costruzione di Fort Point e chiese di posizionare i primi cannoni montati per difendersi dagli attacchi della città. Il colonnello Johnston ha ordinato ai suoi subordinati di mantenere la calma tra la popolazione civile di San Francisco e ha fornito truppe aggiuntive per difendere le loro postazioni contro qualsiasi tentativo di catturarli.

L'esercito dell'Unione era fiducioso che il colonnello Johnston non avrebbe fatto nulla di disonorevole, ma temeva che fosse ancora troppo vulnerabile alla potenziale influenza del Sud. Nell'aprile del 1861, il colonnello Johnston fu sollevato dal suo incarico. Dopo il suo ritorno al Sud, Johnston accettò un incarico come generale dell'esercito confederato e morì nella battaglia di Shiloh come uno dei più grandi eroi della Confederazione.

La prima minaccia alla sicurezza della California si è verificata nel marzo del 1863. Il governo dell'Unione ha appreso che un gruppo di simpatizzanti confederati progettava di armare una goletta, la J.M. Chapman, e di usarla per catturare un piroscafo che avrebbe fatto irruzione nel commercio nel Pacifico e minacciato di bloccare il porto e di mettere sotto assedio i forti. Tuttavia, i piani dei Confederati sono stati vanificati quando il loro capitano di nave si è vantato del loro piano in una taverna.

La notte in cui il Chapman doveva salpare, la Marina degli Stati Uniti ha sequestrato la nave, arrestato l'equipaggio e rimorchiato il Chapman fino a Alcatraz, dove un'ispezione ha rivelato cannoni, munizioni, rifornimenti e quindici uomini nascosti. Uno di questi uomini, un eminente san francescano, aveva dei documenti firmati dal presidente confederato Jefferson Davis che gli assicuravano un incarico di ufficiale nella Marina confederata come ricompensa per questo audace complotto.

Piuttosto che diventare eroi confederati, i tre capobanda sono stati arrestati come traditori e confinati nel Alcatraz nel seminterrato del corpo di guardia durante l'indagine. Dopo un rapido processo e la condanna per tradimento, sono stati risparmiati dieci anni di reclusione per Alcatraz dal perdono del presidente Lincoln. Gli unionisti di San Francisco sono rimasti scioccati dall'incidente e hanno temuto che altri confederati stessero complottando in mezzo a loro.

Nell'ottobre del 1863, una nave da guerra non identificata entrò nella baia di San Francisco. Poiché non c'era vento, la bandiera penzolava zoppicante e uomini in barche a remi trainavano la nave. La nave non si dirigeva verso il porto di San Francisco, ma si dirigeva verso l'isola di Angel Island e verso l'arsenale dell'esercito e il cantiere navale della marina. L'ufficiale in comando Alcatrazaveva il dovere di assicurarsi che nessuna nave da guerra ostile entrasse nella baia.

Il capitano William A. Winder, comandante della posta, ha ordinato il Alcatraz l'artiglieria a sparare una carica a salve come segnale di arresto della nave. Le barche a remi hanno continuato a trainare la nave. Winder ha poi ordinato ai suoi uomini di sparare una granata vuota verso la prua della nave, una sfida da sottoporre all'autorità locale. La nave si è fermata e ha risposto con un colpo di cannone, che Winder ha confermato essere un saluto con 21 cannoni. Attraverso il fumo, il Alcatraz Le truppe hanno potuto finalmente vedere sventolare la bandiera britannica sulla H.M.S. Sutlej, nave ammiraglia dell'ammiraglio John Kingcome. Alcatraz ha risposto con un saluto di ritorno.

Ben presto si scambiarono messaggi piuttosto che spari. In qualità di comandante in capo della Royal Navy's Pacific Squadron, Kingcome scrisse di essere scontento del suo ricevimento a San Francisco. Il capitano Winder ha spiegato le sue azioni dicendo: "La direzione della nave era così insolita che ho ritenuto mio dovere portarla e accertare il suo carattere". Il comandante statunitense del Dipartimento del Pacifico appoggiò Winder e rispose che Kingcome aveva ignorato le procedure stabilite per entrare in un porto straniero durante la guerra. In seguito, Winder ha ricevuto una lettera di delicato richiamo ad agire con cautela. Molti san francescani hanno applaudito le azioni di Winder sapendo che la Gran Bretagna ha favorito la Confederazione.

Per orgoglio per Alcatrazle grandiose fortificazioni, il Forte Alcatraz Il comandante Capitano Winder autorizzò i noti fotografi commerciali Bradley e Rufolson a fotografare l'isola nell'estate del 1864. I fotografi sono stati molto scrupolosi, catturando cinquanta diverse vedute dell'isola, tra cui la Cittadella, il molo, le caserme dei soldati e ogni batteria di strade e cannoni dell'isola. Per compensare le spese dei fotografi, le stampe delle fotografie dovevano essere trasformate in portfolio e vendute al pubblico per 200 dollari a set.

Tuttavia, il Dipartimento della Guerra a Washington D.C. non lodò Winder per la sua iniziativa e l'orgoglio per il suo incarico, ma piuttosto mise in dubbio le motivazioni di Winder perché suo padre era un ufficiale dell'esercito confederato. Il Segretario della guerra ha ordinato la confisca di tutte le stampe e dei negativi come minaccia alla sicurezza nazionale. Più tardi, il capitano Winder chiese umilmente il trasferimento a Point San Jose, un piccolo posto di difesa sulla terraferma, poi ribattezzato Fort Mason.

Oltre a dividere la nazione, la guerra civile a volte divideva le famiglie, soprattutto negli stati di confine del Maryland, Missouri e Kentucky, dove la schiavitù era legale, ma anche il sentimento dell'Unione era forte. La famiglia del Capitano William A. Winder ne è stata un esempio, e il loro impegno nella Confederazione ha gettato il velo del sospetto sul comandante di Fort Alcatraz.

Un giornale locale ha dichiarato che, mentre comandavaAlcatraz, il capitano Winder "dava da mangiare ai prigionieri ribelli tenuti lì sul grasso della terra e da piatti d'argento". Questa esagerazione stampata era un'affermazione particolarmente accusata perché suo padre, il Brigadiere Generale John H. Winder, era stato diffamato al Nord come l'ufficiale confederato responsabile dei campi prigionieri di guerra per i soldati dell'Unione, campi noti per la quasi fame e le condizioni malsane.

Due fratellastri del capitano William Winder erano anche capitani in posizioni di stato maggiore dell'esercito confederato, mentre il suo cugino di secondo grado, il brigadiere generale Charles S. Winder è morto in combattimento alla testa della famosa Brigata Stonewall, un'unità d'elite un tempo comandata dallo stesso Stonewall Jackson!

Dato il numero di confederati nella famiglia del capitano Winder, non c'è da meravigliarsi che le critiche siano montate sulla scia del fiasco fotografico di Bradley e Rulfolson al punto che il Alcatraz La guarnigione è stata rafforzata da un contingente il cui ufficiale in carica ha superato Winder. Castigato e umiliato, il capitano Winder cercò di essere trasferito e l'esercito lo riassegnò al comando della postazione di Fort Mason per il resto della guerra. Poco dopo, si dimette dal suo incarico. Tuttavia, negli anni successivi, Winder ha ricevuto testimonianze per il suo leale servizio da alcuni influenti ufficiali, tra cui il Comandante del Dipartimento della California, il Brigadiere Generale George Wright, che ha scritto: "Ero pienamente convinto della sua lealtà al Governo. Alle frequenti ispezioni che ho fatto di Alcatraz Durante il suo comando, ho sempre trovato tutto nell'ordine più perfetto e in condizioni soddisfacenti. Il suo sistema di segnali d'allarme per evitare sorprese e i preparativi generali per affrontare qualsiasi emergenza, ha dimostrato una conoscenza approfondita del suo dovere e della responsabilità della più importante difesa del porto e della città di San Francisco". (da un rapporto di un'edizione del Congresso del 1894)

Mentre la guerra civile si protraeva e l'Unione sembrava destinata a vincere, l'esercito degli Stati Uniti era disposto a dedicare maggiori risorse alla costa del Pacifico. La fine dello spargimento di sangue arrivò quando il 9 aprile 1865 il generale confederato Robert E. Lee consegnò il suo esercito al generale Ulysses S. Grant alla Casa di Corte di Appomattox in Virginia. A differenza della notizia dell'inizio della guerra, che impiegò dodici giorni per raggiungere la California a cavallo, la notizia della sua fine raggiunse rapidamente San Francisco via telegrafo. La città scoppiò in grande festa, con i cittadini che acclamavano per le strade e i cannoni che esplodevano da molti dei forti intorno alla baia. Meno di una settimana dopo, il 15 aprile, è arrivato un altro telegrafo che portava notizie meno gioiose... l'assassinio del presidente Abraham Lincoln. Questa volta la città è scesa nel caos. Mafie pro Unione hanno saccheggiato gli uffici di un giornale locale confederato e hanno attaccato molti cittadini ritenuti pro Confederazione. I militari hanno ordinato agli artiglieri di Fort Alcatraz nella città per mantenere l'ordine, prevenire le rivolte e punire chiunque abbia avuto il coraggio di gioire della tragedia. I simpatizzanti confederati in tutta la California che hanno festeggiato la morte di Lincoln sono stati arrestati e imprigionati il giorno della morte di Lincoln. Alcatraz. Durante il periodo di lutto ufficiale della città, AlcatrazLe batterie sono state premiate con l'onore di inviare ogni mezz'ora un colpo di cannone sopra la baia come simbolo del dolore della nazione.